Emangioma della mano

Rappresenta il 5-10% dei tumori della mano. Si distinguono gli emangiomi dello scheletro e delle parti molli. Gli emangiomi dello scheletro della mano sono molto rari con aspetto radiografico a chiazza osteolitica o a nido d'api.

Quelli delle parti molli sono più frequenti..L'emangioma localizzato può essere presente alla nascita, o può comparire nell'infanzia

o dopo. Le sedi più colpite sono la cute, il sottocute, i muscoli, le guaine tendinee. Si presenta come una tumefazione di varia dimensione, ben visibile nelle sedi superficiali. La consistenza è molle o dura a seconda se è cavernoso o capillare. Non è solitamente dolente, ma può esserlo se comprime un nervo sensitivo.L'emangioma diffuso è sempre congenito e quasi esclusivamente nelle femmine. È localizzato alla cute e sottocute ma può interessare i piani profondi, i nervi, i muscoli e le ossa. È spesso caratterizzato da cavità vasali che fanno comunicare le arterie con le vene con presenza di fistole artero-venose . Spesso vi è associazione con  gigantismo dell'arto o della mano o soltanto di alcune dita per le fistole artero-venose o con altre malformazioni come ad esempio la condromatosi diffusa (sindrome di Maffucci). All'esame radiografico si vedono calcificazioni nella massa angiomatosa ed osteolisi

da fenomeni compressivi. L'angiografia mette in evidenza l'estensione dell'angioma e la presenza delle fistole. Istologicamente si distinguono in tre tipi:

1. angioma capillare formato da cavità vasali

piccole tappezzate da endotelio immerse

in uno stroma abbondante;

2. angioma cavernoso con ampie cavità rivestite

da endotelio con poco stroma ;

3. angioma misto con caratteristiche del primo

e secondo tipo alternate.

Terapia: gli emangiomi non vanno operati prima dei sei anni perché molti regrediscono spontaneamente prima di quell'età. Nell'emangioma localizzato il trattamento elettivo è l'asportazione. Se la cute è infiltrata l'escissione può provocare necrosi cutanee.

Perciò a volte conviene asportare anche la cute e provvedere a plastiche di copertura di tipo diverso a seconda del bisogno. L'emostasi deve essere accurata. Nell'emangioma diffuso la completa escissione è raramente possibile a causa della complessità della malformazione che infiltra cute, sottocute, nervi e muscoli e comprime le ossa della mano.Spesso non è possibile asportare la massa emangiomatosa in un'unica seduta ed occorrono interventi successivi. A volte è necessario demolire qualche raggio osseo. Le recidive sono frequenti. Fortunatamente malgrado l'aspetto istologico aggressivo non hanno trasformazioni

maligne.

Video

DITO A SCATTO

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già state impostate. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information